FSX: Simulare un volo...e scriverci un post (1/4) - Simulate a flight and write a post

Preparare, pianificare, condurre e descrivere le vostre esperienze in un post. Semplice no? Con le dritte giuste potete divertirvi volando su FSX descrivendo sul web la vostra avventura. E senza spendere un soldo.

To prepare, plan, conduct and describe your experience in a post. Simple is not it? With the right recommendations you can have fun flying on FSX on the web describing your adventure. And without spending a cent. Below a series four posts to describe how to make.

Quante volte avrete pensato di raccontare sul web un’avventura di un vostro volo, condividere sul web l’esperienze, confrontarsi con altri simmer o addirittura postare un diario di un raid aereo? E magari non l’avete fatto perché pensavate che fosse difficile e costoso? Nulla di più sbagliato! In questo post v’illustrerò come fare, partendo dalla pianificazione del volo fino all’articolo per il vostro post. 
Innanzitutto gli ingredienti di cui avete bisogno sono, oltre al PC di medie prestazioni e Flight Simulator X (o FS9), joystick o volantino, pedaliera, tempo ed entusiasmo. Si richiede, per iniziare, una minima conoscenza dei rudimenti del volo e della strumentazione di bordo, altrimenti il vostro volo si trasformerà in un gioco ludico e su questo punto personalmente mi trovate contrario. Tutte le mie indicazioni su software, addon, scenery e quant’altro sono completamente free, ovvero non dovrete spendere un soldo, sono risorse che si trovano liberamente nel web. Questo articolo, per la sua lunghezza è stato diviso in quattro post che ho cercato di frazionare per aree, evitando di troncare da un post all’altro la tematica della discussione. 

1. FLIGHT SIMULATOR X
Non possiamo iniziare questo articolo non parlando del protagonista principale: FSX 
Memore del successo di FS 2004 (o FS9), che mantiene attualmente una buona fetta di mercato tra scenery e addon, l’esordio di FSX nel 2006 fu subito incerto per due ragioni: il primo per la pesantezza del software che risucchiava risorse mettendo a durissima prova CPU e le schede grafiche inadatte per l'epoca, e il secondo per gli scenari spogli e orograficamente non corrispondenti alla realtà (l’Italia sembrava il deserto del Sahara). Solo successivamente, grazie a designer dotati di buona volontà e tempo (ovviamente esclusi i prodotti a pagamento), si è provveduto a colmare questo gap con mesh e scenery che mettevano le cose a posto. Col progredire della tecnologia i PC sono diventati più potenti e sono stati in grado di reggere le fameliche richieste del programma, anche se alcuni attuali PC (di medie prestazioni) con settaggio al massimo e con abbondanti addon, scenery e mesh farebbero ancora fatica.
Uno dei punti a favore di FSX era ed è la percezione (visiva) della terza dimensione, cosa non presente su nessun simulatore oggi in commercio, ma  il vero successo FSX lo deve alla ricchezza di software, addon, scenari di terze parti (sia pay che free) che lo hanno arricchito notevolmente, senza contare tutto l'indotto che si è creato tra software house, centinaia di siti web (alcuni must come Avsim, Flightsim, Fly away Simulation, Simviation ecc.) e migliaia di bellissimi blog di eccellenti designer e scenarist o di semplici appassionati. Con FSX chiunque può costruirsi uno scenario, magari l'aeroporto turistico vicino casa oppure disegnare (mediante programmi free) l'aereo su cui volare, magari lo stesso che avete visto in aeroporto. Magnifico no?
Per poter gestire al meglio FSX e aggiungere software o scenery free è necessario però conoscere la configurazione interna di FSX e non per forza bisogna essere dei smanettoni. Dopo l’istallazione dal CD, il programma si va a posizionare nella directory “programmi/Microsoft games”; la cartella è composta da diverse sottocartelle tra cui spiccano per importanza, e vedremo poi il perché, quelle denominate “Addon”, Effects”, “Simobject”,“Scenery” e “Sound”.

L'architettura delle cartelle di FSX 

Il file che comanda le impostazioni e le regolazioni è chiamato  FSX.cfg, praticamente il cuore di FSX. Il file, per evitare settaggi manuali errati, non si trova nella cartella di FSX ma normalmente in un'altra posizione a secondo del sistema operativo (di solito su windows 7 e Vista:  C:\Users\[Your Computer Name]\AppData\Roaming\Microsoft\FSX\fsx.cfg.) Comunque se sul file FSX.cfg  si combinano guai, non preoccupatevi, cancellate tutto il file e fate ripartire FSX perché il programma rigenererà nuovamente il file.
Le versioni in commercio di FSX sono tre: Standard, Deluxe e Gold. Tralascio la standard molto semplice e mi concentro sulle altre due. Con la Deluxe avrete delle funzionalità aggiuntive tra cui il tool SDK per lo sviluppo software, aerei con il Garmin 1000 e altre possibilità quali dettagli di alcune città e più aeroplani (ma con gli addon free potete inserire quanti velivoli volete). Con la versione Deluxe consiglio di scaricare anche i due Service Pack (SP1 e SP2) aggiuntivi abbastanza corposi e completamente free che si possono scaricare dal sito microsoft, rispettivamente il sp1 da qui e il sp2 da qui
Alcuni addon relativi agli aerei richiedono il SP2, ma non preoccupatevi perchè nella descrizione del prodotto è sempre indicato che girano con SP2 o Acceleration Pack . Io, nella versione Deluxe, ho scaricato solo il SP 1 perché va in conflitto con lo scenario (pay) UTX Europa e quindi non utilizzo aerei con SP2. 
La versione Gold unisce la Deluxe e il pacchetto di espansione “Acceleration Pack” (che contiene il SP1 e SP2 più alcuni aerei aggiuntivi). Acceleration Pack, che è a pagamento, può essere anche caricato sulla versione Deluxe, ma ricordatevi che se avete già installato i Service Pack (1 e/o 2) e volete Acceleration, dovete disinstallarli perché sono già contenuti nel Pack stesso. 
Ci sono vari modi per configurare FSX. Il più semplice è quello di accedere dalla maschera di presentazione, cliccare impostazioni e scegliere le prestazioni che più ritenete opportune (ricordatevi quelle del vostro PC).
La maschera iniziale di FSX. Sulla sinistra su "impostazioni" potete configurare il vostro simulatore

Finestra di settaggio FSX che andrà a modificare il file FSX.cfg

Per chi volesse cimentarsi, ma non è ancora del tutto sicuro di quello che sta per fare  è disponibile sul web un programma per il settaggio automatico del tuo fsx.cfg. file che tiene conto delle prestazioni del tuo computer. È una utility che vale la pena di provare. Per andare al sito clicca quiPer chi volesse cimentarsi nei meandri del file di configurazione FSX.cfg vi suggerisco questo tutorial tecnico
Un ultima cosa. FSX non sfrutta il profilo e le dinamiche di volo dell'aeroplano, ma sono i file "air" che ne indicano il comportamento; in pratica un ferro da stiro con il file "air" di un Boeing 747 o come un F 35 volerà come loro. Quindi consiglio di usare degli aerei che si avvicinino al comportamento reale, ossia che non siano tanto complessi. Gli altri simulatori, come X-Plane (pay) e Flight Gear (free), invece hanno dinamiche i volo che si avvicinano molto a quelle reali, ma per contro hanno una grafica semplice e spoglia.

2. MATERIALI 
Ciò che caratterizza una buona simulazione aerea sono i materiali a disposizione, cioè il PC, cloche, volantino, pedaliera, eventuali pannelli degli switch aggiuntivi.
C’è la farà il mio PC a far girare FSX? Con il passare degli anni i PC hanno avuto un’evoluzione tecnica, sono nati i processori dual, poi quad core con frequenze sempre più alte e le schede video sono sempre più performanti, mentre FSX è rimasto sostanzialmente lo stesso. Non entro in merito a tecnicismi cui non sono pratico, ma problemi inerenti a pesantezza del software, schede grafiche e insufficienza della CPU ora non dovrebbero sussistere a meno che il vostro PC non sia datato. Io, con un modesto PC del 2010 dual core i3 con windows 7 e con un settaggio medio-alto, mantengo circa 25 FPS (frame rate) ed FSX gira in maniera accettabile. Certo se regolo al massimo le prestazioni, (es.complessità dello scenario, traffico aereo e marino, effetti dell'acqua, meteo) e carico numerosi layer, tra mesh terrain, scenery, addon e utility, la scheda grafica e la CPU lavoreranno molto di più e il frame (la velocità delle immagini) scenderà facendo anche andare a scatti la simulazione.
Comunque sul sito della Microsoft  torverete i requisiti minimi di sistema per far girare FSX, ma attenzione che sono riferiti a FSX nudo e crudo!
Mi voglio fermare qui evitando di entrare nei tecnicismi del programma di FSX, perchè esula la tematica di questo post.
Ho sempre considerato che simulare un volo avvalendosi della tastiera del PC come comandi è da criminali! E’ necessario avere almeno uno joystick o un volantino e se si vuol fare una simulazione vicina alla realtà, suggerisco caldamente anche una pedaliera. Il mercato è dominato da due ottimi brand specifici: Saitek  e CH Products  e i costi per i volantini e pedaliere si aggirano per entrambi tra i 130 e 150 euro, per un joystick il costo è minore. Se volete spendere poco non avete che comprare un joystick  in vendita nei grandi magazzini tipo mediaword e carrefour a un costo di pochi euro (anche sui 20/30 euro). Chiaramente la resa è quella che è!

Volantino e pedestal con le manette del motore della Saitek  

Pedaliera della Saitek
Jostick e manetta della Saitek X 52 (più adatta per velivoli militari)


Doug Horton of AVSIM, a real Cessna Skylane 182S pilot, has posted a review of our Cessna yoke, pedals, trim wheel, and TPM system. You can read more qui.

Volantino della CH Products

Pedaliera della CH Products

Postazione completa con tre schermi (immagine tratta dal sito Ludica)
Continua nel prossimo post...

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...