Airbus A 320 Germanwings - Germanwings crash plane

Martedì 24 marzo, l'Airbus A320 della compagnia tedesca Germanwings (filiale a basso costo di Lufthansa) in volo da Barcellona a Dusseldorf, decolla dall'aeroporto di Barcellona El Prat alle 10.01. L'atterraggio a Dusseldorf era previsto per le 11.55.

The Airbus 320 co-pilot of Germanwings Flight 9525, which crashed into the Alps en route from Barcelona to Düsseldorf on Tuesday, has been identified as Andreas Lubitz, a German who grew up in the Rhineland town of Montabaur.
Lubitz had deliberately set out to “destroy the aircraft” by putting it on a descent path and ignoring the increasingly frantic knocks on a locked cockpit door by the pilot, who had stepped out for a few minutes, leaving Mr. Lubitz at the controls alone.

Ormai sulla triste vicenda dell'Airbus 320 della Germanwings si è detto e si è scritto quasi tutto. Niente terrorismo, nessuna anomalia meccanica, ma solo il folle gesto del copilota che, per motivi ancora sconosciuti (e forse non lo sapremo mai), ha portato alla morte se stesso e 149 passeggeri innocenti.
Approfittando dell'assenza momentanea del comandante (forse andato nella toilette) il co-pilota dell'A320 della Germanwings, Andreas Lubitz, è solo nella cabina di pilotaggio e in quel momento programma la manovra di discesa dalla quota di crociera di 38.000 piedi.
L'aereo comincia la discesa sulla costa nella zona di Marsiglia. Quando il comandante Patrick Sonderheimer cerca di rientrare nella cabina di pilotaggio, segue la procedura prevista in questi casi: dalla tastierina numerica accanto alla porta della cabina suona una sorta di campanello, mentre dall'interno la telecamera lo inquadra. Lubitz non apre.
Quindi, sulla stessa tastiera, il comandante digita il codice di emergenza di quattro cifre che permette di sbloccare la porta per un periodo compreso fra 5 e 30 secondi. Ma Lubitz sposta nella posizione 'locked' l'interruttore che controlla la porta e che si trova tra il suo sedile e quello del comandante.
A questo punto entrare nella cabina di pilotaggio diventa impossibile.
Le norme europee, a differenza di quelle americane, non impongono la permanenza fissa di due membri dell'equipaggio, quindi se chi è dentro nega l'accesso di fatto il cockpit diventa un fortino inespugnabile. Ma da oggi molte compagnie aeree cambiano le regole adeguandosi a quelle americane.



Cockpit A 320

Particolare del pedestal. Nel cerchietto rosso lo switch di apertura chiusura del cockpit door
Ecco come Lubitz ha impedito l'ingresso al comandante mentre questi digitava nella tastierina numerica il codice
la porta di accesso al cockpit







Riferito alla simulazione per chi volesse sedersi su un Airbus A 320 della Germanwings può scaricare il velivolo dal sito simviation (clicca qui).



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...