Airbus A 321 esploso in Somalia - A 321 Explosion after take off in Somalia

Due feriti e un disperso il bilancio finale di un incidente che avrebbe potuto essere molto più grave. A bordo c'è stata un'esplosione circa sette minuti dopo il decollo: poco dopo che l’Airbus A321 della compagnia somala Daallo Airlines ha lasciato la pista dell’aeroporto di Mogadiscio, si è verificata una forte deflagrazione nella carlinga. Sul fianco dell'aereo si è aperto uno squarcio.


A Daallo Airline Airbus A321 flight D3159 made an emergency landing at Mogadishu today after an explosion soon after takeoff from Mogadishu, Somalia. A loud bang was heard followed by flames, injuring 2 passengers.
The body of a person fallen from a plane around Balcad town, Somalia.

L'Airbus non era ancora ad alta quota e questo ha permesso che il livello di pressurizzazione fosse ancora basso.
A bordo c'erano 74 passeggeri. Tre di loro sono rimasti feriti, uno è in gravi condizioni, e fonti online descrivono l'immagine drammatica di un corpo carbonizzato precipitare dopo essere stato risucchiato nel vuoto attraverso la falla in cabina. Le cause dell'incidente non sono ancora chiare. Il britannico Mirror ha parlato di una possibile bomba che un passeggero potrebbe aver introdotto all’interno del velivolo. Il ministro dei Trasporti somalo ha parlato invece di "un problema tecnico".
L'autorevole sito Aviation safety Network ha catalogato l'evento come "criminal occurrence".
I piloti sono stati molto bravi a gestire l'emergenza e a portare a terra senza ulteriore danni il velivolo. Il copilota dell'A 321 era un giovane italiano di Bergamo, Riccardo Bonaldi.
Le indagini sono appena iniziate e in futuro si dovrebbe sapere qualcosa di più preciso.
Trasponendo tutto alla simulazione potrete avere tra le mani la cloche del A 321 cliccando qui.









AGGIORNAMENTO AL 6 FEBBRAIO:
Sarebbe stato un computer portatile contenente una bomba a provocare l’esplosione che martedì ha squarciato la fusoliera di un Airbus A-321 delle linee aeree somale Daallo Airlines, obbligando il pilota e il primo ufficiale, il bergamasco Riccardo Bonaldi, a tornare all’aeroporto di Mogadiscio da dov’era decollato 15 minuti prima.
Lo rivelano fonti informate vicine all’inchiesta citate da Cnn. Gli inquirenti sono quasi certi che l’attentatore fosse l’uomo anziano volato fuori dallo squarcio, che è stato identificato e sul quale s’indaga per capire se sia legato all’organizzazione integralista islamica Al Shabaab.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...