Flight Simulator: Come diventare pilota

Mi arrivano spesso domande di persone che vorrebbero iniziare una fulgida carriera di simmer pilot. Le domande vertono sul tipo di simulatore, sul computer che supporta il software, che addon usare.

Often come questions of people who would to start using the type "FS Which simulator should I use? What computer should I have to run the program? What addon use?


Avevo scritto qualche tempo fa alcuni articoli sui simulatori e cosa oggi offre il mercato. Visto che la curiosità è lecita e per rispondere alle domande dei futuri simmer “pinguini”cercherò chiarire questo mondo della simulazione e dare qualche consiglio.
Per prima cosa è opportuno avere un’idea della spesa che si è disposti a sostenere che deve comprendere il software (escludo la spesa del vostro computer in quanto il minimun system  requirement dei vari software di simulazione riesce a girare su quasi tutti i PC), gli addon (scenery particolari quali aree, regioni, airport e aerei ), il joystick o il volantino e la pedaliera.

Il mercato dei software è retto principalmente dai tre colossi: FSX Steam Edition, P3D e X-plane. Sono tutti a pagamento e, se non si vuole spendere, si può ripiegare sull’ottimo Flight Gear che potete scaricarlo dalla pagina web.
Non sto qui  a descrivere le caratteristiche e le valutazioni sui simulatori presenti sul mercato e vi rimando ad un post di qualche mese addietro che suggerisco di leggere.
Bene se lo avete letto avrete notato che i costi in fin dei conti sono abbastanza abbordabili; FSX Steam edition  ha un costo di quasi 25 euro per il pacchetto base, P3D con la versione Academic  lo pagherete 59.95 euro, mentre per X-plane scucirete 59.99 euro. Questi sono i costi dei software "nudi" ossia il pacchetto base; per chi volesse di più (ma consiglio di farlo dopo aver imparato a volare) li si può implementare con vari add-on sia a pagamento che free.



Come accennato prima il minimum system requirement del vostro PC dovrebbe resistere alla fame dell'hardware, quindi  meno che non abbiate un PC di 5 o sei anni non dovrebbero esserci problemi. Comunque per un controllo del minimum system requirement vi rimando ai seguenti link suddivisi per tipologia di simulatore: P3D, FSX Steam editionX-plane.
Anche gli Add-on, che implementano il software base, come  gli scenari di un’area, una città, una regione, un aeroporto, o un modello di aeroplano, si possono scaricare free o, se volete qualcosina di più, optate per quelli a pagamento, ma io vi consiglio quelli free Questi li potete scaricare dai migliori siti di simulazione come simviation , avsim, flightsim, rikooo, oppure andate su google, digitate il tipo di aereo e il software (es. FSX boeing 737 free download). Mi raccomando, prima di scaricarli controllate che siano compatibili con il simulatore che avete deciso di istallare.
Di seguito prenderò in considerazione solo P3D e FSX-SE, due simulatori quasi simili al vecchio FSX. X-plane ha tutta un’altra architettura e si fonda su uno specifico e unico  principio di volo, per cui giocoforza si devono utilizzare solo degli add-on per questo tipo di simulatore (i supporter di uno o dell'altro sono numerosi, come del resto quelli pro I-phone contro Samsung o Windows vs Mac)
P3D e FSX-SE hanno in comune una cosa: il codice sorgente del vecchio FSX di Microsoft. La casa di Redmon, dopo il fallimento di quello che doveva essere Flight ovvero il futuro FSXI, ha venduto nel 2012 i codici di FSX alla Lockeed (la casa aeronautica) e alla Software house Dovetail games. Dallo sviluppo, sono nati rispettivamente P3D e FSX Steam Edition.

simulatore basico con joystik, manetta
Il motore grafico ESP (con cui era stato sviluppato Microsoft Flight Simulator X) è stato ulteriormente migliorato per quanto riguarda la stabilità e la veste grafica, trasformandosi in P3D per la Lockeed e Steam edition per la Dovetail, quest'ultima è la riedizione di Microsoft Flight Simulator X Gold Edition ("FSX" SP2). In sostanza il vecchio Microsoft FSX è stato incrementato delle impostazioni grafiche che ha reso fluida la grafica, e il processo di bug fixing cui è stato sottoposto l’intero codice sorgente del vecchio FSX. Insomma i due simulatori in un certo senso si assomigliano. Quale sarà il migliore simulatore lo deciderà il mercato e da chi lo saprà svilupparlo al meglio. 

Simulatore con 3 schermi, joystick, manetta 

Mi astengo dall'indicare quale simulatore scegliere perchè non voglio fare pubblicità ad alcuna software house. Sottolineo che i due prodotti sono entrambi validi e, pur avendo una madre in comune (il codice sorgente), non sono compatibili tra loro per via della differenza di architettura interna. Gli addon quindi devono essere scaricati solo per il software specifico. Alcuni addon free degli aerei di FSX (quello della Microsoft)  possono essere compatibili anche per FSX – SE (controllate sempre), mentre le grandi software house payware come Captain Sim, Abacus, Wilco, UTX, Flight 1,  hanno aggiornato i loro prodotti alla versione FSX-SE o P3D .


Console con volantino digitale e due monitor

Il prezzo potrebbe far pendere la bilancia su FSX-SE che addirittura in certi periodi dell’anno (di solito a ridosso delle feste) lo si può comprare addirittura a qualche euro anziché al costo di listino di 25 euro. Certo se paragoniamo FSX-SE con P3D nella Versione Academic il paragone è sbilanciato in termini di aggravio di costi in favore del secondo; infatti quest'ultimo costa quasi del doppio (senza contare che la versione Professional costa 199 $ e la Professional Plus 2300$).


Sono i joystick, volantini e pedaliere ad alzare molto il budget a nostra disposizione. Più vogliamo real e più salgono i costi. E poi sarebbe assurdo simulare la cloche o la pedaliera con la tastiera del PC!
Esistono anche periferiche per le manette, la console degli strumenti, ma qui parliamo di simulatori già di un certo livello e vi suggerisco di lasciare perdere, almeno all’inizio.
I Joystick in commercio vanno dai 30 ai 180 euro, i più cari hanno la manetta integrata.
Il mercato dei volantini e pedaliere ovvero le periferiche di gioco è dominato da due marche principali: Saitek e CH product

Quindi un buon compromesso senza spendere grandi cifre potrebbe essere un simulatore dal costo 25-50 euro, supportato da un Pc (che voi già possedete), un monitor da 23' che vi permette una buona visuale, un volantino o joystik con manetta incorporata e una pedaliera. In futuro, quando avrete migliorato il vostro pilotaggio e avrete capito che la simulazione fa per voi, potrete comprarvi il cockpit strumenti, gli switch e magari dotarvi di un tablet per leggere le carte di navigazione e per pianificare un volo scaricando un software free come Plan-G.


Joystik con manetta integrata



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...