Antonov 148 precipita in Russia AGGIORNAMENTO - Antonov 148 Crash in Russia UPDATE

AGGIORNAMENTO AL 15 FEBBRAIO 2018 AL POST PRECEDENTE 

Nel post precedente ho descritto l'incidente dell'Antonov 148, riservandomi di aggiornarlo appena in possesso di informazioni autorevoli. Gli inquirenti russi hanno completato la decodifica delle scatole nere dell'aereo di linea Antonov An-148. Secondo un comunicato stampa dell'ente dell'Aviazione russa, l' analisi iniziale del registratore DFDR ha dimostrato che il sistema di riscaldamento del tubo di pitot era spento. Normalmente l' accensione del riscaldamento del pitot fa parte delle checklist di routine pre-volo, in particolare quando prevalgono le condizioni climatiche invernali, quindi le indicazioni sulle velocità dell'aeromobile sullo sfortunato volo non erano quelle previste. I dati rivelano che il riscaldamento tubo di pitot è stato acceso nei 15 voli precedenti, ma non nel volo dell'incidente. Il tracciato estratto dalle scatole nere evidenzia che il velivolo, dopo essere stato in volo per 2,5 minuti, volando a 250 nodi a circa 4.000 piedi, ha dimostrato irregolarità nelle indicazioni di velocità. Un disaccordo che stava crescendo gradualmente fino al raggiungimento dei 6.000 piedi, a questo punto i piloti hanno disattivato l' autopilota volando in manuale. 50 secondi più tardi il sensore della velocità dell' aria indicava "zero" nodi con G verticali in aumento. Al momento dell'impatto il sensore di velocità indicava 432 nodi associati ad un angolo nose-down di 30 gradi. Quindi a meno di colpi di scena, la causa dell'incidente dell'Antonov è da imputare ad un errore umano dei piloti che non hanno attivato, forse per dimenticanza, il riscaldamento del pitot. Fonte Jacdec.

UPDATE FEBRUARY 15 TO MY PREVIOUS POST

According to a MAK press statement, initial analysis of the DFDR recorder showed that the pitot tubes heating system has been turned off on the accident flight. For more information click here.



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...